Qualche motivo per iscriversi a Motore Italia


 

Ogni velo è caduto, la verità ce l'abbiamo davanti, sappiamo tutto, eppure, siamo costretti a subire, dobbiamo fare finta che sia come ci raccontano. Noi sappiamo che non è vero, abbiamo avuto prove, notizie di ogni tipo e sono stati loro stessi che alla fine hanno detto: “La seconda Ondata non ci sarà, ma dobbiamo fare finta, dobbiamo comportarci, come se ci dovesse essere, anche se non ci sarà. Dobbiamo. Noi dobbiamo comportarci nei confronti di questo virus che non c'è più, come se ci dovesse essere.” Noi dobbiamo indossare la mascherina, ne producono 29 milioni al giorno più quelle che vengono prodotte dagli amici, dai parenti dei Ministri e dei Viceministri. Saranno cinquanta milioni al giorno. E qualcuno se le deve pur mettere. Cinquanta milioni di mascherine e qualcuno se le deve pur mettere! Siamo noi i prescelti, siamo noi, la parte intelligente del paese, quelli che hanno capito tutto. Qualcuno ci è arrivato subito, altri ci sono arrivati adesso, ma gran parte del paese ha capito.

E deve far finta, fa finta che ci sia, sa che non c'è niente, sa che la mascherina non serve, ma la indossa, fa finta, fa finta che, il virus ci sia. Perché? Perché? Ce lo chiediamo a gran voce, perché, per quella massa di covidioti, hanno paura forse di quegli imbecilli che credono a qualsiasi cosa di quegli imbecilli che non vogliono ammettere di aver sbagliato, di essere stati truffati. Forse per questo, per questo motivo nessuno si muove, gli italiani si sono rassegnati hanno capito che non c'è niente, però devono far finta. Devono essere distanziati, devono indossare la mascherina, devono parlare in modo da far vedere che ci credono, non devono offendere il virus.

Non è questo il modo. Non è questo il modo. Noi dobbiamo muoverci, noi dobbiamo andare avanti, abbiamo visto quante persone affermano: “Andiamo in piazza! Andiamo in piazza , andiamo a protestare!” Noi dobbiamo spingere sull'acceleratore di questo nuovo soggetto politico, dobbiamo spingere sull'acceleratore di MOTORE ITALIA. E' l'unica soluzione. In tutti questi anni la politica si è occupata di noi, perché noi non ci siamo voluti occupare della politica. Io tante volte ho detto a conoscenti, amici, sostenitori, entriamo in politica. “No, no, no, la politica, no, io sono apolitico.” Addirittura “Io sono apolitico”.

Questo è il risultato risultato, il risultato di volere essere stati distanti dalla politica, ci ha portato a questo, ci ha portato all'assurdo, che noi sappiamo tutto, che non c'è più niente, vogliono sottoporre le persone a trecentomila tamponi al giorno, tamponi che si sa 70% sono inaffidabili, come quelli che sono andati Svezia 3.700 tamponi che figuravano positivi, invece erano negativi. Il 70% sono inaffidabili e servono per mappare il nostro DNA. Trecentomila al giorno, in sei mesi tutta l'Italia è mappata, lo sappiamo, sappiamo tutto. Sappiamo che i virologi sono dei ciarlatani, sappiamo che hanno detto che ci sarebbe stata la seconda ondata, ma non c'è stato niente. Hanno promesso 151.000 in terapia intensiva, erano 80. Hanno detto che adesso arriveremo a 450.000 sono sempre meno di cento, nonostante invitino i medici: “Basta una linea di febbre in più, portare in terapia intensiva abbiamo bisogno come il pane che la gente in terapia intensiva sia di più, abbiamo bisogno dei contagiati abbiamo, abbiamo bisogno dei morti, abbiamo bisogno di questi numeri, perché noi senza virus non viviamo, è il nostro alimento. Noi dobbiamo soggiogare un popolo, dobbiamo distruggerlo, ci serve questo virus.”

E questo popolo cosa fa, sta in silenzio. Si fa mettere sotto dal covidiota, che  comanda, che detta legge. Il covidiota ti dice: “Tirati su la mascherina, tu devi avere rispetto per l'altro, la mascherina è un segno di rispetto”, la mascherina, il distanziamento. La commessa ti dice: “State distanziati.” La commessa, quella persona che non si sarebbe mai sognata nella sua vita di riprendere nessuno. Ti dice “State distanziati.”

Noi sappiamo già tutto. Sappiamo che non è vero niente, sappiamo che ci hanno ingannato, però vogliamo stare fermi, non ci vogliamo muovere. Forse molti pensano di avere qualcosa da perdere. Non c'è più niente da perdere, è tutto ipotecato. Quel poco che avete vi sarà tolto. Arriveranno con i vaccini, arriveranno a dire “Tu non puoi rinnovare la patente, tu non puoi andare in aereo se non ti vaccini.” Il vaccino obbligatorio. Sarà la fine, patologie, morti. Il vaccino obbligatorio, non è stato neanche sperimentato. La mascherina obbligatoria, il vaccino obbligatorio.

Dobbiamo dipendere da questa gente, ma come fate, come fate, come fate! Come potete stare ancora fermi, sapendo che vi porteranno alla fine, che distruggeranno il vostro paese, questo paese che abbiamo amato, questo paese, dove siamo cresciuti, che ci è stato affidato dai nostri avi che l'hanno pagato, che l'hanno costruito. Questo paese che ci è stato dato da chi ha perso la vita per la Libertà. Questo paese, questo paese che noi stiamo buttando via per la paura, la paura di cosa, la paura di Casalino, di Conte, di Speranza, obbediamo alle loro ordinanze! Ci sarà un nuovo DPCM, l'otto, confermeranno le mascherine, i distanziamenti e il fatto, del covid, le misure anti covid, pericolosissimo, c'è la recrudescenza e quindi c'è l'emergenza.

E' giunta l'ora. Dobbiamo muoverci, iscrivetevi. Iscrivetevi a Motore Italia. Motore Italia vi da la possibilità di poter esprimere la vostra personalità, di rispondere, di essere vivi. Non c'è una risposta a tutto quello che hanno fatto, nessuno ha mai risposto. Non c'era qualcuno, non c'è stato un contraddittorio. Noi vogliamo un contraddittorio. Vogliamo un contraddittorio con questo governo, vogliamo poter replicare. Nessuno ha mai replicato, parlano e basta. Non c'è nessuno, non c'è nessuna opposizione che dice niente, che replica, una sola unica voce, la dittatura.

Noi solo possiamo replicare, ma dovete darci forza, dovete iscrivervi, dovete venire con noi. Noi siamo l'unica soluzione. Quando qualcuno dice: “Mettetevi tutti insieme.” Cosa ci mettiamo insieme, con la gente che dice: “No, io di politica non mi interesso, io non voglio fare la politica.” Con quelli ci mettiamo? Solo entrando in politica, solo raccogliendo le firme, solo candidandosi alle elezioni, entrando nella sala dei bottoni, noi possiamo incidere. Con chi ci vogliamo mettere, con quelli che danno le testimonianze, con quelli che si legano ai cancelli, che si fanno arrestare? Con quelli ci mettiamo, per che cosa?

Noi guidiamo, venite con noi. Non si tratta di pagare meno tasse, era prima lo è anche adesso, ma non è più una priorità, perché la priorità è salvare la vita e la dobbiamo salvare e salvare l'umanità e riprendere il cammino. Avanti sempre Motore Italia.   (02-09-2020)

Commenti

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale