La fossa e la trappola per toglierci la libertà



 

Che strana stirpe che è quella italiana, che strana genia. Tu, gli fai vedere la fossa. Guarda ti hanno scavato la fossa è pronta per te, eccola lì e vedono la buca e loro ti rispondono: “Andrà tutto bene!” e tu gli dici, ma guarda ti ci devi saltare dentro, e lui ti risponde: “Andrà meglio di prima!” L'italiano non si accontenta di vedere la fine da vicino, di vedere che sta arrivando che a pochi centimetri. La vuole sperimentare vuole entrare in quella fossa, vuole vedere la terra che gli arriva sopra che lo ricopre che gli arriva fino a qui, che gli arriva sulla testa. Allora, e allora si accorge, ma è troppo tardi, perché la terra l'ha ricoperto completamente, è troppo tardi e non andrà bene per niente e questo è avvenuto, sta avvenendo.

Conte, il grande Conte ha affermato l'altro giorno: “Guardate io vi porto il regalo di natale, sono Babbo Natale, sapete cosa vi porto per Natale, i primi di dicembre, anzi, prima, in anticipo sul Natale. Vi porto le prime dosi di vaccino quello di Oxford quello della AstraZeneca, ve lo porto!”, ma Conte non sapeva che c'è stato un morto, un morto fra quelli che sperimentavano il vaccino che l'Italia ha comprato, quello di Oxford l'ha comprato l'Italia, io dicevo: “Ma l'Italia ha comprato il vaccino dai Vu cumprà”.  Vi Ricordate cosa dicevano a Oxford in maggio: “Il virus non c'è più, non sappiamo come fare. Non sappiamo come fare a sperimentarlo, dovremo causare un'infezione intestinale, dovremo fare qualcosa o ci dobbiamo augurare che resti ancora un po' con noi.” Resta cu mme loro l'hanno comprato dall'AstraZeneca, e ha promesso agli italiani le prime dosi, mentre quello moriva. Moriva tra atroci sofferenze per aver sperimentato il vaccino che l'Italia ha comprato.

Italiani, la fossa è lì! “Andrà tutto bene!” La fossa è lì.  Riprenderemo meglio di prima, l'importante è stare a casa e prendere lo stipendio la pensioncina e stare a casa.”

 Ma come il virus non c'era più e adesso c'è, c'è, c'è. Ma cosa c'è! È forse la nuova influenza ma noi non sappiamo niente, noi non sappiamo niente, oggi hanno voluto il link di quei 35.000 che ancora loro, non sanno confermare la causa di morte, in attesa di comunicare la causa di morte che sia realmente covid 19, il mistero del covid 19 ancora non sono in grado di farlo. Oggi 15.000 contagiati, è terribile ci sono anche i tamponi dei 10.000 di dieci giorni fa, quelli che hanno rifatto il tampone, la progressione, l'aumento esponenziale. In questo modo arriveremo presto a 30-40-50.000, e allora tutti avranno paura il terrore e accetteranno, accetteranno di perdere la libertà, perché c'è qualcuno che dice “Dobbiamo rinunciare a porzioni di libertà” me lo ricordo questo discorso, ve lo ricordate “Dobbiamo rinunciare a porzioni di sovranità a favore dell'Unione Europea” e abbiamo visto tutti come, è finita. Abbiamo visto tutti com'è finita. Le tasse il 3% rapporto deficit PIL. Il 3% numero inventato dal segretario di Mitterand e noi e noi a pagare tasse bolli, tasse, il redditometro, lo spesometro, l'Agenzia delle Entrate che si inventa i redditi, il risparmiometro, l'ingresso nei conti, il sequestro nei conti, lo Stato che entra direttamente a riscuotere nei Conti Correnti, tutto, tutto per l'Unione Europea, perché abbiamo ceduto porzioni di sovranità. E cosa succederà, quando noi cederemo completamente la libertà, rinunceremo alla libertà per il virus.

C'è, c'è, c'è. Avete visto, 15 mila contagiati, c'è il coprifuoco, corsi e ricorsi storici, siamo ritornati al passato, al 1943 non ci saremo mai voluti ritornare. Siamo al passato con il coprifuoco. Perché! Perché stanno facendo tutto questo, c'è qualcuno che lo chiede che dice: “Ma perché dovrebbero inventarsi tutto”. Perché. Perché in questa maniera noi rinunciamo alla libertà completamente, in questa maniera ci possono controllare, possono fare quello che vogliono di noi, sono loro i padroni delle nostre vite. Nei paesi dell'est si diceva “Le vite degli altri”, perché loro erano i padroni delle vite degli altri loro saranno i padroni delle nostre vite, potranno venire a mettere le priorità e dire la mattina, “No, tu quello non lo perché non è importante, perché il virus non lo permette.” Ecco perché lo fanno, lo fanno per prendersi le nostre vite, i nostri soldi, le nostre proprietà e vi pare qualcosa che non conti niente, come fate a dire, perché non dovrebbero fare quando la posta in gioco è così alta, la posta in gioco è la vita degli altri è la nostra vita che diventa loro, diventa loro.

E allora, cosa fanno, la moltiplicazione dei pani e dei pesci. Che cos'è la moltiplicazione dei pani e dei pesci, è qualcosa che si moltiplica, ogni 10 giorni aumenta, cresce. Oggi sono 10.000, poi dopo dieci giorni, ritornano, raddoppia, ritornano i 10.000 positivi. Attenzione quei 10.000 positivi, dopo 10 giorni devono rifare il tampone, e quel tampone viene registrato come nuovo, non un tampone, pensate che su 10.000 sono 8 mila i nuovi positivi e di nuovo agli 8.000 se ne aggiungono altri 5.000 e sono 13-14.000 poi, 14.000 e dopo 10 giorni, nuovo tampone e allora saranno 12000 e se ne aggiungeranno 8.000 e così gira gira, va avanti, va avanti e poi: “Non possiamo di fronte a questi numeri consentirvi di uscire di casa, non vi è consentito andare a lavorare, dovete chiudere le vostre attività, le vostre aziende, dovete chiudere tutto, perché noi abbiamo assicurato alle altre nazioni che non avranno concorrenti, che non ci sarà più il “made in Italy” che mette in difficoltà la produzione straniera, la produzione cinese, non ci sarà più il made in Italy, lo abbiamo promesso, lo dobbiamo rispettare, lo dobbiamo rispettare e facciamo i tamponi, 200-300-400 e 500 mila, un milione, tamponi, tamponi e allora ne escono sempre di più, una moltiplicazione, arriveremo a cinquecentomila contagiati, morirete tutti, dobbiamo chiudere tutto, ve l'avevamo detto”, e allora uscirà anche quello che era convinto che era sbagliato e dirà: “Ha, aveva ragione, Casalino aveva ragione, aveva visto giusto” Invece niente.

Cari amici, è giunta l'ora di smetterla con queste cazzate. Siamo 60 milioni si parla di poche migliaia. Siamo 60 milioni, noi dobbiamo riprendere il cammino. Noi dobbiamo salvare l'umanità, l'umanità non può essere riplasmata. Vogliono riplasmare l'umanità, una piccola pandemia può generare un governo mondiale: Attali, Monti Presidente del Consiglio, italiano, tassatore Attila che faceva parte della commissione Attali per il rilancio della Francia e Attali diceva, diceva: “La pandemia è l'unica soluzione” Ora Monti ritorna Organizzazione Mondiale della Sanità, pandemia, Attali, Monti presidente della commissione per la revisione sanitaria in tutti i paesi. Sono sempre loro, sono quelli che girano, sono i protagonisti di questo secolo.

 Non possiamo permetterlo. Non possiamo permetterlo perché, a quelli che mi hanno chiesto stasera ma “succede tutto il mondo” io ho risposto “Se in Italia cadranno, questa balla cadrà in tutto il mondo, se noi li smaschereremo in Italia, in tutto il mondo cadrà immediatamente, perché l'Italia è stato il paese pilota, lo hanno sperimentato in Italia per primi. Il paese pilota, perché hanno stabilito che gli italiani erano costituiti da persone non intelligenti, che avevano votato un partito come Movimento 5 Stelle al 33%. E allora sono stati scelti come paese pilota, come paese di gente che era facilmente suggestionabile, abbindolabile, se li ha abbindolati Movimento 5 Stelle, possiamo farlo anche noi, possiamo farlo anche noi” e lo hanno fatto e gli italiani ci sono caduti, ci sono caduti in pieno hanno risposto con paura sono stati terrorizzati.

 Un altro popolo, cosa avrebbe fatto, la sera della prima chiusura! Io avrei sentito, noi tutti avremmo sentito un brusio che si diffondeva, questo brusio diventava vociare, poi erano urla, urla incontrollate, gente che protestava, che si opponeva, che marciava da ogni città verso il tiranno che voleva chiuderci dentro. Niente di tutto questo, tutti chiusi dentro, anzi, facevano la spia per quelli che erano fuori e allora hanno visto che ci cascavano e lo hanno fatto da tutte le parti.

Smascheriamoli, basta cazzate, vi ho spiegato come fanno ad ingrandire i numeri. Ora d'accordo con la Lega hanno messo il coprifuoco, sono d'accordo, Meloni, Salvini e Tajani, messo da Berlusconi, sono d'accordo. Indossano le mascherine, il segno della sottomissione, sono tutti d'accordo.

 Noi abbiamo realizzato un nuovo soggetto politico, un partito, un partito, Motore Italia, che dare delle risposte, che deve cercare la verità, mai più cittadini abbindolati, noi siamo qui per svelare la verità. Il grande inganno deve finire, se finisce in Italia, finirà in tutto il mondo.  Facciamo in modo di opporci, di opporci a questo nuovo balzello, a questa nuova nefandezza, il coprifuoco. Verrà esteso a tutta Italia, prendendo la motivazione che alcune Regioni lo hanno realizzato. Impediamolo.

 Vi ricordo questo. Uno sperimentatore, uno di quelli che sperimentano il vaccino è morto, e mentre moriva, Conte, veniva proporci le prime dosi di quel vaccino che avevano causato la morte di quella persona. Cos'altro volete, che vi vengano a pugnalare casa per casa per poter reagire? Reagiamo, è il momento, venite con noi. Noi siamo la vostra sponda. Noi siamo il vostro appoggio, con noi potete vincere, potete una volta per tutte eliminare l'oppressore.  L'oppressore si chiama Lega, si chiama PD, si chiama Fratelli d'Italia, si chiama Movimento 5 stelle, sono tutti insieme per condizionarci e per opprimerci.

 Noi non possiamo certo chiedere i voti delle sinistre, ma chiediamo i voti di quelli che hanno votato per la Lega, quelli che non erano convinti, ne ho sentiti tantissimi. “Io voto per la lega però non mi piace”. Bene. Venite con noi, noi abbiamo la volontà di invertire la prospettiva, di mettere il cittadino al centro, la persona al centro, e lo Stato ai margini. Lo Stato ai margini e lo faremo. Lo faremo. Avanti Motore Italia.  Attenzione, venite via da quei partiti che vi stanno abbindolando in questo momento, Avanti sempre MOTORE ITALIA! (22 ottobre 2020)



Commenti

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale