Il nostro inizio, 18 ottobre 2020


Avete visto la faccia di, Speranza, comprereste un'auto usata da quell'uomo, comprereste il vaccino da Speranza, il vaccino dei morti? Hanno detto che hanno avuto reazioni avverse non ne sono convinto, lì c’è qualcosa che non va, doveva essere sperimentato. Sperimentato dagli italiani. Ci ha detto Conte: Saremo i primi, saremo i primi a sperimentarlo! Pensate, lo abbiamo comprato con la Germania, con l’Olanda, con la Francia, ma noi saremo i primi.”

Quanti morti ci sarebbero stati, anche i covidioti, avrebbero fatto domande, noi dobbiamo considerare qualcosa di importantissimo. Noi non abbiamo un governo. Noi abbiamo un nemico, un nemico. Ogni giorno centinaia di persone mi telefonano e mi chiedono: vinceremo, vinceremo questa battaglia, vinceremo questa guerra contro qualcosa che stanno creando, dal niente? Non c'è niente in questo momento, non c'è niente, eppure aumentano, i contagi aumentano. Hanno truccate tutto. Hanno truccato i tamponi, li hanno già sporcati, perché ci doveva essere la grande offensiva, non sapevano come arrivare all'influenza. Loro hanno un porto felice: l'influenza. Dall’influenza, loro trarranno la peste nera, sarà la peste nera, però dovevano arrivare e allora hanno inventato tutto.

I tamponi. Questi tamponi che praticamente sarebbero tutti negativi, invece sono già positivi in partenza, e allora 1700-1800-2000-3000 e non c’è niente. Saranno cinquanta. Sono tutti asintomatici. Un altro punto forte riguarda le Terapie Intensive: stanno aumentando in terapia intensiva ce ne sono di più, stanno aumentando, sono 150, ma dovevano essere 450.000 veramente, invece 150. Allora abbiamo saputo ieri, proprio da fonti governative lo ha riferito a Zangrillo che il vice ministro, gli ha detto che quelli che sono in terapia intensiva, hanno altre patologie, poi li fanno figurare positivi e quindi diventano in terapia intensiva per covid-19. E poi, cosa succede e poi succede qualcos'altro, che praticamente i morti, tutti i 35.000... Ho! 135.000 Punto! Punto! Punto! 134.000! Anche se lui non lo sa, quei 35.000 deceduti, erano deceduti positivi al covid-19.

Nessuno ci ha mai detto che erano morti per covid-19, lo devono dire ancora, quindi quegli 11 morti, quei 14 morti che troviamo, sono positivi al covid-19, ma non sono morti per quello, sono morti anche per incidenti, ce lo dice l'Ayatollah Zaia, cosa ci dice: E’ sbagliato ma è così” E’ sbagliato considerare che qualcuno che ha avuto in marzo il tampone positivo, poi è guarito. Negativo. Negativo Negativo. Poi quel giorno, quello sfortunato magari col monopattino si schianta contro un albero, muore, quello, anche se è negativo, figura morto per covid-19, perché secondo un’Ordinanza del Ministero della Sanità, se tu hai avuto covid o sei stato positivo, lo sei per sempre, muori di quello. Questo Pierino, sta concorrendo per il premio Nobel, è riuscito a rispondere a un interrogativo che va avanti da secoli: come morirò? Lui ha risposto. “C’è la gente che sa già come morirà, di covid 19”

Sarebbe qualcosa di ridicolo se non fosse tragico, attualmente non c'è più niente, questo virus è scomparso e loro fanno vedere con artifici vari, che questo virus sta procedendo, sta aumentando, aumentano i contagi, aumentano i morti, aumentano i degenti in terapia intensiva. Ma allora qualcuno ci dice: Ma perché quei bravi” quei bravi, sarebbero Conte e Casalino, dovrebbero farci credere che c'è un virus che non c’è?” Ma sicuramente lo fanno perché ci sono delle direttive internazionali, perché l'Italia è il paese campione per la sottomissione, per il nuovo modello, un nuovo modello di governo in cui non c'è più la libertà, in cui i cittadini non comandano più niente. Non sono più niente, in cui il governo è in primo piano e impone tutto. Vogliono togliere il contante, addirittura perché il contante porta il virus. Ci stanno raccontando balle su balle, e allora noi dobbiamo reagire.

Dobbiamo reagire noi non possiamo più stare fermi, noi stiamo combattendo, allora dovete scegliere. Noi abbiamo da una parte, un branco di mentecatti, di luridi criminali che vogliono distruggere la nostra vita, il nostro modo di vivere, consolidato da anni, decenni, secoli di tradizione, lo vogliono distruggere, lo vogliono riplasmare. Vogliono togliere la libertà, vogliono togliere la Democrazia, vogliono togliere tutto, dobbiamo essere degli individui da soli, distanziati, che non riescono a realizzare un futuro insieme, l’umanità si ferma, la vogliono fermare. L'Italia è il caposquadra, è il territorio sperimentale in cui tutto è nato, perché fin dall'inizio hanno capito che c’erano dei mentecatti, dei bibitari, degli sguatteri, che facevano i ministri. E allora, era quello il terreno favorevole per questa prova, e l’Italia ha mostrato di essere il popolo, di essere la terra in cui c’è il popolo più credulone del mondo.

Noi però abbiamo capito tutto e siamo ogni giorno di più. Siamo ogni giorno di più. Non possono vincere contro natura, vanno contro natura. Non è quella la natura delle cose, l'istinto di conservazione. Siamo minacciati da un vaccino, un vaccino mortale che ci distruggerebbe. Guardate la faccia di quel ministro che è andato a comprarlo. Questo vaccino è stato sospeso nella sperimentazione, perché stava ammazzando la gente, e doveva venire in Italia. E questi sarebbero quelli che tengono alla nostra salute? Ci vogliono sterminare, vogliono distruggere le prossime generazioni, vogliono appiccicare la mascherina a un bambino fin da 5 anni e non toglierla più. Vogliono modificare la nostra genetica, con una mascherina appiccicata per tutta la vita. Non possiamo permetterlo. Noi abbiamo capito.

In questo momento non c'è nessun aiuto.

L'opposizione è con loro. L'opposizione ha sposato la loro causa dettata da poteri molto forti. Lopposizione ha ceduto ai poteri forti, fa finta di fare opposizione, ma sulle questioni cruciali è con loro. Ora sono stati capaci di costruire tutto su niente. Noi siamo Motore Italia, noi li abbiamo smascherati. Noi parliamo ogni giorno, abbiamo messo in evidenza che questo paese è sotto dittatura con il dpcm. Abbiamo fin dall'inizio per primi, svelato questa emergenza sanitaria che continua.

Noi siamo un paese in cui c’è un governatore, chiamiamolo governatore, un presidente di Regione del Veneto, una delle Regioni più attive più industrializzate, più creative che ha ridotto questa Regione a una dittatura sanitaria. Un uomo che fa vedere che dei giovani vanno a prendere un drink al bar e dopo pochi minuti finiscono in terapia intensiva, con un pallone in testa. Un uomo che poi si meraviglia anche del fatto che noi siamo considerati i Lazzaretto d'Europa. Noi siamo considerati dal mondo gli ultimi, siamo considerati come gli appestati, quelli che mandano i bimbi con le mascherine, mentre in Cina neanche i bimbi indossano la mascherina.

Noi dobbiamo vincere su questi tiranni, non c'entra, questo non è un governo togliamoci dalla testa che questo sia un governo. Questi sono degli usurpatori sono dei tiranni che si sono impossessati del nostro paese con l'accordo di qualcuno che non possiamo citare, perché viene difeso difeso da un Regio Decreto del 1930.

Noi ora vi offriamo la soluzione, l'unica soluzione. Quando mi dite i fatti, noi abbiamo sempre realizzato i fatti, perché con la parola, noi abbiamo spostato addirittura provvedimenti. I fatti possono solo prendere questa direzione, la costituzione di un Partito, che si candidi a governare questo paese, non ci sono altre alternative. Non c'è da andare sotto i palazzi, non c'è da manifestare, non c'è da fare niente, è tutto inutile, sarebbe tutto inutile. Quelli che dicono noi protestiamo ma non vogliamo fare il Partito, fanno qualcosa di completamente inutile, perché non serve, tu protesti e allora quelli, quelli sono inutili, cose inutili sono. Quelle sono chiacchiere. Tu, se vai a urlare sotto un palazzo e questo non porta a niente, non ha niente come obiettivo finale. Quelle sono chiacchiere.

Noi, i fatti li stiamo facendo. Domenica 18 ottobre 2020, ci sarà il primo Congresso nazionale costitutivo del partito Motore Italia, ad Ancona. Congresso Nazionale. Noi questo partito lo stiamo realizzando veramente, non sono parole, sono fatti, noi ci presenteremo in Congresso il 18 con il partito già costituito dal Notaio e partiremo. Partiremo per una lunga traversata del deserto, un deserto pieno di bugie, di intrallazzi, di imbrogli, di fandonie, il deserto del finto virus. Noi lo attraverseremo tutto e alla fine noi vinceremo. Vinceremo, perché è scritto. Il loro progetto è un progetto troppo ambizioso è un progetto di soggiogare l'umanità, di cambiare, di cambiare alla radice l'umanità, di riplasmarla, e questo non è possibile. Questo costituisce la loro debolezza, volere riplasmare l'umanità, volerla ridurre a un'entità ubbidiente alle loro esigenze. Non è possibile, è contro natura, non lo potranno fare.

Noi siamo i soli in Italia che hanno capito e si schierano contro questa gentaglia infame. Noi troviamo una opposizione vergognosa, che è stata sempre con loro nelle grandi decisioni. E’ inutile contrastare questo governo, per quanto riguarda le tasse o delle provvidenze. Il governo andava contrastato quando ha chiuso un intero paese, gettando un paese nel baratro. Lì andava contrastato e non avete fatto niente, non state facendo niente, neanche in questo momento, quando l'emergenza che non c'è, è stata prorogata. Noi siamo i soli venite con noi. Noi vi vediamo, vediamo queste persone che sono veramente stanche. Io le sento ogni giorno, non ne possono più, non possono più sopportare questo sistema. Mi dicono: “Io non ne posso più di questa farsa. Io non ne posso più di questo teatrino. Io non ne posso più di questa mascherina. Io non ne posso più di questo sistema.” Però c'è un grande odio. Mi dicono sì facciamo, costruiamo, ma devono pagare. Devono pagare. Queste persone hanno una grande volontà di rivalsa. Sono state penalizzate, vengono penalizzate in questo momento a fondo. C'è una dittatura. Una dittatura sanitaria e politica che ci impone balzelli morali di ogni tipo.

Sono tanti. Io non ammetterò assolutamente che qualcuno mi dica: sarò lì con il cuore, sono con voi, ma non posso venire. Non ammetterò che gente mi dica, devo accompagnare mia figlia da un'amica, perché se dice questo, si vede che queste persone non si sono rese conto che stiamo accelerando verso la nostra fine. Verso la fine di un popolo, verso la fine dell'umanità con questa gentaglia infame. Noi dobbiamo reagire. Questa è la nostra reazione, più saremo più la reazione sarà forte, con Motore Italia l'unica vera alternativa. Vi aspetto il 18 ottobre, quel grande giorno in cui noi partiremo, con una grande voglia di vincere, di ricostruire le nostre vite, di riconquistare la libertà, di cacciare via tutta questa gentaglia, di triturare biciclette, monopattini, e tutte quelle c****** che stanno tirando fuori quei mentecatti di Movimento 5stelle che se ne devono andare. Rappresentano neanche il 3%, non più il 33%. Non rappresentano più niente, la gente ha capito lo sbaglio che ha realizzato. Uno sbaglio che ci ha portati ad essere trattati peggio dei cinesi.

L’Italia è una dittatura, la Costituzione è stata messa sotto lo zerbino, non viene rispettata. Nessuno la fa rispettare e non lo possiamo neanche dire perché chi la dovrebbe far rispettare, è difeso da un Decreto Regio del 1930, che noi toglieremo immediatamente. Noi non contiamo niente in questo momento. Noi siamo in balia di un branco di criminali che in qualsiasi momento ci può distruggere. In qualsiasi momento può dire il vaccino è obbligatorio, ci può inoculare quella m**** che ha fatto morire tanta gente nella sperimentazione. Noi siamo in balia di questa gente che può portare via i nostri figli, li può allontanare. Con la scusa del virus, possiamo non vederli mai più, noi siamo in balia di questa gentaglia che ci può isolare. Fa un tampone falso, dice che c'è siamo positivi e ci portano via, ci intubano, ci distruggono, ci danno fuoco.

E’ un momento di grande pericolo, dovete comprenderlo fino in fondo, dovete venire con noi, dobbiamo salvarci, salite con noi. Io vi vedo ai lati della strada, è come guidare un pullman e vedere tanta gente ai lati della strada, incerta che non sa quello che fare. Gente che è stata penalizzata impaurita, distrutta, salite con noi, andremo verso la libertà, riconquisteremo la libertà!

Vinciamo in Italia, vinciamo questi maledetti che vogliono invertire, che vogliono distruggere le nostre vite, che ci vogliono isolati, lontani, mascherati senza nessuna ambizione, senza niente, senza lavoro, per i campi a rotolarsi con i polli e i conigli con l'unica soddisfazione di vedere la mattina quante uova ha deposto la gallina. Questo è il loro obiettivo, per quelli che vivranno, per quei pochi che sopravviveranno. Ma certamente, a questo punto, piuttosto che vivere in questo modo, è meglio la morte. Questo è quello che pensa chi si suicida. Non pensiamo a questo, non diciamo che è meglio la morte, non lo diciamo mai, perché noi dobbiamo combattere fino in fondo, combattere con tutte le nostre forze, non pensiamo mai che questo sia un governo. Questo è il nostro grande nemico e lo dobbiamo abbattere il prima possibile. Vi aspetto ad Ancona per riconquistare la libertà. (10 settembre 2020)





Commenti

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale