La libertà ha un nuovo indirizzo



Questo è molto importante ci permette alla luce dei risultati elettorali di oggi, di ripartire, di considerare qual è oggi il nostro ruolo, il ruolo di Motore Italia, dei cittadini intelligenti dell'Italia, degli eredi di quelli che hanno fatto grande l'Italia. Ma voi pensavate veramente che potesse vincere il No al Referendum? Io assolutamente non l'ho mai pensato, perché quando viene buttato lì un luogo comune come quello che i Parlamentari stanno lì a rubare, a non fare niente si prendono i privilegi, ventimila euro al mese, le macchine, le scorte, tutto alle spalle nostre e allora noi li andiamo a tagliare e quindi, questo risolve tutto. Quando viene buttata lì una roba di questo tipo che è solo uno specchietto per le allodole, la gente ci casca!

Ma noi dobbiamo ringraziare che il 31%, un terzo del paese non c'è cascato, nonostante ci fosse stato il Centro Destra compatto, Salvini, Meloni, che hanno detto: “Votate Sì!” Votate si a questa favola, a questo specchietto per le allodole che è stato inventato da Movimento 5stelle, un partito che praticamente preso dei Ministeri importantissimi, ha chiamato consulenti che vengono pagati e strapagati e poi ha buttato lì la cosa, ma no, tagliamo i parlamentari, perché in questa maniera noi risolviamo i problemi del paese, quando ci sono degli sprechi di duecento miliardi di euro che sono certificati anche dalla Cgia di Mestre. Duecento miliardi di sprechi in consulenze, le consulenze! Se avessimo abolito le consulenze, altro che i cinquantasette milioni che si risparmiano togliendo 345 parlamentari, se avessimo tolto le consulenze, il Ministro, non può chiamare tutti i suoi amici di infanzia.

Chiama dieci amici d'infanzia, ognuno prende centomila euro l'anno, e questo viene ripetuto, quando noi abbiamo tre milioni e quattrocentomila impiegati statali anche ad altissimo livello parcheggiati nei ministeri. Pensate al Ministero degli Esteri ci sono degli ambasciatori che sono lì parcheggiati in attesa di destinazione di sede, si vanno a chiamare poi persone esterne che non c'entrano niente, ma è quello. Ma poi pensiamo agli sprechi nella sanità, pensiamo alle siringhe che da una parte costano un euro e in un'altra Regione ne costano dieci e non sappiamo niente.

Pensiamo a tutto quello che viene sprecato che arriva a duecento miliardi. E allora questa gente ha detto SI, per risparmiarne cinquantasette milioni, togliendo dei deputati. Bene, allora è stata soddisfatta l'invidia, perché la gente dice: “Quello lì, cosa fa lassù, ha la poltrona, e allora togliamo la poltrona. Io sono soddisfatto.” Non ha capito che in questo modo dava soddisfazione a Movimento 5 Stelle che tanto male ha fatto l'Italia. Ma pensate alle promesse di Movimento 5 Stelle pensate all'Unione Europea il fatto del Referendum che non è stato realizzato un Referendum che era stato promesso ufficialmente se rimanere o meno nell'Unione Europea e nell'euro. Pensate al fatto della fiscalità di Movimento 5 Stelle, doveva togliere il redditometro, addirittura ha potenziato il fisco. Siamo arrivati al punto che nei nostri Conti Correnti possono entrare anche i dipendenti dei Comuni e delle Regioni, pensate! Conto corrente libero, le porte girevoli. Tutti possono entrare a vedere come spendiamo i nostri soldi, e Grillo diceva: “No, lo Stato non deve sapere come noi spediamo i nostri soldi no, il politometro per vedere come i politici spendono i loro soldi.” Un partito che ha tradito tutto che ha riportato il PD di nuovo al governo.

Votando Sì, si è dato impulso a questo partito, ma è un ragionamento politico che gli italiani non sono riusciti ad elaborare. Loro hanno pensato solamente: “Ma quelli stanno lì tutto il giorno, hanno la poltrona, stanno lì a spendere i soldi, non fanno niente dalla mattina alla sera! Tagliamo, così vanno via.” Non sapevano che in questo modo si andava a diminuire addirittura la libertà, perché tanti meccanismi venivano messi in atto, come il fatto di far rimanere ancora questo governo che è contro la libertà. Allora noi dobbiamo analizzare qualcosa di importante: la libertà.

Ci sono alcuni che votano ancora Meloni, Salvini, Berlusconi. La libertà, non abita più lì. La casa della Libertà non è più nei partiti di Meloni Salvini e Berlusconi non è più lì. Abbiamo visto come si sono comportati in questi ultimi mesi, guardate in Veneto. Il Veneto è stato governativo al massimo nei provvedimenti presi, nei provvedimenti contenitivi, ha avuto un 70%, ma Si vede che il popolo, il popolo vuole questo, ma non tutto il popolo, non facciamoci spaventare dal 69-70% perché noi consideriamo che nell'epoca del penta partito, nella Prima Repubblica c'erano dei partiti che avevano il 3%, il 4%, il 5% e dettavano legge. C'è stato negli anni Ottanta, un partito che aveva poco più del 3% e ha espresso il Presidente del Consiglio, quindi non ci spaventiamo. “Ma quello ha preso…” No, noi abbiamo la parte sana del paese, la parte intelligente che c'è, è presente in noi dobbiamo agire su quella. Noi stiamo realizzando un nuovo soggetto politico.

La libertà è da noi, la libertà ha cambiato indirizzo. La casa dov'è la libertà è in Motore Italia, però non possiamo pretendere che persone che hanno votato per anni, certi partiti, di punto in bianco comprendano che questi partiti non sono più per la libertà, che questi partiti sono entrati a far parte di quel Partito Unico dominante, di quel partito che ci impone delle leggi che noi non condividiamo, di quei partiti che dicono quello che dobbiamo fare, che ci sottraggono la libertà, questo bene incommensurabile. Questi partiti che erano la casa della Libertà, oggi ce la sottraggono, però non tutti riescono ancora a comprenderlo. Noi lo dobbiamo spiegare, noi lo dobbiamo spiegare che Motore Italia, il nostro è il soggetto politico dove c'è il liberismo, dove c'è la Libertà d'Impresa, dove c'è la libertà di azione dove c'è la libertà di girare la chiavetta dell'auto e di partire, perché se i partiti di Salvini di Meloni di Berlusconi con il Sì, si affiancano a Movimento 5stelle e quindi danno potenza a Movimento 5 Stelle, perché il risultato di questo Referendum, era politico.

Ma cosa vuol dire 57 milioni di Risparmio, su 860 miliardi di tasse. E' stato politico è stata una vittoria di Movimento 5 Stelle supportata da Salvini, Meloni, Berlusconi e allora se loro fanno parte di questo Partito Unico, la Libertà, non è più lì, la dovete venire a cercare da noi. Noi siamo quelli che vi possono rappresentare. E allora basta con questi discorsi. Ho parlato questa sera con una persona, “Ma è finito tutto, non c'è più niente.” Cosa è finito tutto? Incomincia ora incomincia a ora, perché la gente capirà, che questi partiti del vecchio centro-destra non è più centro-destra, non c'è più niente. Sono partiti unificati al sistema, sono partiti che danno gli stessi ordini che dà il governo. In questi ultimi tempi, non c'è stata differenza, fra l'opposizione e il governo Nazionale nelle regioni. Non essendoci differenza, sono uguali e allora, c'è un terzo del paese che ha detto NO, quindi noi abbiamo la possibilità di attingere a questo terzo del paese, ma anche quelli, che hanno detto Sì, che vedranno deluse profondamente le loro aspettative, perché da questo taglio dei parlamentari, non si otterrà niente, sarà come prima, peggio di prima.

E allora noi dobbiamo ripartire da lì. Iscrivetevi a Motore Italia. Motore Italia, è l'unica alternativa. Io da anni dico che la politica, va battuta con la politica. Ma noi cosa possiamo fare, ma quando per esempio, hanno messo il bollo che è diventato tassa di possesso. Pensate, uno ha un'auto che tiene lì, che non utilizza, non ci va, sta dentro il garage, deve pagare la tassa di possesso. Deve pagare 500-600-700 se la vettura ha un numero di chilowatt elevato, senza utilizzarla. La tassa di possesso, la tassa sui chilowatt. Ci sono state persone che hanno comprato delle vetture, sapevano di pagare la tassa sulla cilindrata, poi è stata cambiata e messa sui Chilowatt. Cosa abbiamo fatto noi, cosa abbiamo fatto, niente. Abbiamo sempre subito. Pensate l'euro. L'euro doveva essere discusso, ci doveva essere quel Referendum che Grillo aveva promesso. E poi questa è stata una promessa non mantenuta, una delle tantissime promesse di Movimento 5 Stelle non mantenute. Un Referendum. Ma noi cambiamo la vita, ma noi cambiamo la moneta. E allora noi dobbiamo parlare, ma no non era possibile intervenire, se si diceva qualcosa a carico dell'Euro, non in linea con il pensiero unico dominante, si veniva accusato di incompetenza di stupidità, di non capire niente, di essere traslati nel passato di 100 anni, e invece ci doveva essere un dibattito libero tra quelli a favore e quelli contro e poi si votava, e poi il popolo decideva, e invece niente, e non abbiamo saputo dire niente, perché, non abbiamo saputo dire niente, perché non eravamo organizzati in forma politica. Io non capisco la gente cos'ha, per avere paura, per dire No, la politica, No la politica No!

E' la politica che si occupa di te, è la politica che decide, decide tutto. Ora decide anche sulla nostra libertà di spostamento. Ora decide anche su come noi ci dobbiamo presentare, ora decide su tutto, Siamo andati oltre ogni limite, e voi affermavate: “No, siamo apolitici”. Ma perché volete farvi governare come i servi della gleba. C'è qualcosa rimasto di quel servo della gleba che nel XIX secolo quando il suo padrone gli ha detto guarda sei libero lui ha detto: “No no, io non voglio decidere, voglio che qualcuno decida per me.” Siete a questo livello, questa è la spiegazione per la quale non volete occuparvi di politica? Io non ci sto. Io vi ho detto, io non posso pensare che la mia vita sia decisa in maniera così invasiva come oggi da altri. Noi dobbiamo riprendere a costruire, dobbiamo riprendere a essere punti di riferimento nel paese. In questo momento non contiamo niente. Non siamo niente, siamo delle pedine siamo delle persone che pagano le tasse e basta! Siamo importanti solo perché paghiamo le tasse! Se non pagassimo le tasse, non conteremmo niente, siamo delle pedine. La politica nazionale, non si ispira alla parte intelligente, alla parte del paese che pensa. Pensa, però rimane in disparte. È giunta l'ora di uscire.

Non possiamo più aspettare. Non reagite come due o tre persone che mi hanno telefonato, ma tanto è inutile. Ma tanto è inutile cosa, anche se noi realizziamo un partito, dell'otto per cento, siamo l'ago della bilancia, ma lo volete comprendere o no? E allora venite con Motore Italia. Ci deve essere un nuovo assetto, nell'ambito della politica, perché la libertà, non abita più nei partiti di Meloni, di Salvini di Berlusconi. Non abita più lì, non hanno più niente a che fare con la Libertà, e se volete la Libertà, dovete venire con noi. Motore Italia, sarà operativo il 18 ottobre. Motore Italia, basta recriminazioni. Più del 30%, l'Italia ha detto No, non è cascata nel tranello. Il tranello. Qual è stato il tranello? Il tranello, è quello: “ Ma guarda, tu lavori giorno e notte per 1200 euro, quelli lì, non fanno niente dalla mattina alla sera, stanno lì a perdere tempo, a leggere il giornale, a divertirsi, ventimila euro, le macchine, fanno tutto quello che vogliono,” e tu poveretto? Tagliamo! E' logico che di fronte a un discorso del genere, la gente dice Si! Ma è qualcosa che è inesistente, che riguarda la minoranza, che poi non è vero, che tutti stanno a non fare niente, è un luogo comune anche questo, quindi, ci sono caduti, era facile caderci. La parte intelligente, non c'è caduta, ha capito, e noi agiamo lì, ma anche su quella parte che c'è caduta, perché si renderà conto che ha sbagliato, che non cambierà niente, che sarà anche peggio di prima, che non è che tagliare 345 parlamentari, salverà l'Italia.

L'Italia la salva, sapete cosa? L'Agenzia delle Uscite. Pensate a tutte le fatture elettroniche su tutto quello che ogni Ministero spende. Pensate ai banchi con le rotelle. I banchi con le rotelle. Vi vedete arrivare a casa in tempo reale le fatture di quanto hanno speso per i banchi con le rotelle. Vi vedete arrivare a casa la Fattura elettronica di quanto spendono in Campania per le siringhe, di quanto spendono in Lombardia, di quanto costa un posto letto in Lombardia, di quanto costa un posto letto in Campania, in Sicilia, e vedete la differenza. E scoprite come mai li costa 600 euro, e là ne costa 1800, perché, che differenza c'è. E allora sono queste le domande che usciranno. Voi pensate di aver risolto i problemi dell'Italia, delle ruberie, degli sprechi, dei furti barbari, che vengono ogni giorno messi in atto sui nostri soldi, tagliando 345 Parlamentari? Se pensate così, veramente, non avete capito niente. Avanti, motore Italia, iscrivetevi. La libertà abita in Motore Italia.

(21 settembre 2020)




Commenti

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale