Su la testa!


 

Cari amici, questo è il momento più drammatico che stiamo vivendo dalla seconda Guerra Mondiale, forse non tutti lo capiscono. Stiamo perdendo la libertà, stiamo perdendo i nostri averi, stiamo perdendo la nostra individualità, stiamo perdendo tutto e alla fine perderemo anche la vita. Siamo in mano a un branco di banditi di strada che vogliono distruggere le nostre vite. Utilizzano dei numeri contraffatti. Ci dicono: “Guardate, ci sono i contagiati, arriviamo a quasi 3000, dobbiamo chiudere, dobbiamo mettere l’obbligo delle mascherine anche all’aperto, e noi abbassiamo la testa. I numeri sono contraffatti. Lo ha fatto vedere ieri, addirittura aggiungono a quelli positivi, aggiungono i guariti, aggiungono i morti, raddoppiano. Lascia o raddoppia, raddoppiano. E allora, quanti sono, 120.000 tamponi, 130.000 – 140.000, perché devono essere tanti, perché loro si devono permettere di calpestare questo paese, se lo devono permettere.

Questi tamponi ci costano quasi cinque milioni al giorno. Nell’arco di dodici giorni, tutto il risparmio di un anno, quel grande risparmio, vi ricordate, che grande risparmio era stato conquistato, dai covidioti, il grande risparmio, di cinquantasette milioni, mandando a casa trecentocinquanta, fra Parlamentati e Senatori. Consumato, bruciato in dodici giorni di tamponi. Quaranta euro a tampone per 120.000 per 130.000 stanno finendo tutto, non ci saranno più i soldi per le visite specialistiche, non ci saranno più i soldi per niente, stanno finendo tutto per raggiungere il loro grande obiettivo: avere un numero di contagiati tale da poter di nuovo ordinare Coprifuoco, chiusura alle ventidue, mascherine anche all’aperto per poter dire “Tu non esci” Multa di tremila euro se non metti la mascherina anche all’aperto!

Siamo in mano a banditi, e noi non facciamo niente, e noi stiamo zitti anche questa volta. Quei numeri, abbiamo visto quei numeri, quanti sono, ma quanti sono veramente. Raddoppiano, sono la metà, sono mille cinquecento, andiamo a calcolare quelli che veramente hanno bisogno di cure, quanti sono, sono tutti asintomatici, non hanno bisogno di cure, è una bassa carica virale. Sessanta persone, sono quelli che hanno bisogno di cure, sono il 4%, lo ha detto Bassetti, lo hanno detto in tanti, dal 4 al 5%, sessanta persone. Per sessanta persone su Sessanta milioni, noi buttiamo via un paese, noi perdiamo la libertà, restrizioni sulla libertà. Abbiamo detto che non doveva più avvenire, di nuovo lo fanno!

Hanno i covidioti, chi sono i covidioti? Sono quelli che non capiscono niente, è quel popolino che veniva al traino di quel 30% di intelligenti, di quelli che dirigevano il paese, di quelli che negli anni Sessanta, hanno fatto sì che ci fosse il miracolo economico. Il popolino assurdo stava da una parte, non poteva né approvare, ne poteva essere contrario, subiva, e invece oggi comanda! Questo popolino che prende la pensione, che prende lo stipendiuccio che prende il Reddito di Cittadinanza, al quale sta bene stare a casa e poi fanno anche i gendarmi! Hanno anche le stellette! Dicono: “Tu, tu devi mettere la mascherina, alzala” Danno del tu agli ingegneri, agli avvocati, agli imprenditori a quelli che si sono fatti dal niente, che hanno costruito, che a differenza di loro, hanno avuto l’intelligenza per costruire aziende, industrie, proprietà.

Ora sono inferiori a loro, perché loro possono dire: “Mettiti la mascherina, non si sta all'aperto senza mascherina” Non possiamo accettare tutto questo, non lo possiamo accettare.  Italiani, parte intelligente del paese non accettiamo questo dpcm, questa violazione ulteriore della Costituzione.  Non vale niente il dpcm.  Lo abbiamo visto. Il Codice della Protezione Civile in base al quale c'è l’emergenza. Che vuol dire il Codice della Protezione Civile, che il capo della Protezione Civile, può rilasciare dei provvedimenti che assumono il ruolo di legge ordinaria, ma devono essere dei provvedimenti costituzionali e non è costituzionale fermare il lavoro! Fermare noi, fermare la nostra individualità, fermare la nostra libertà. Non è costituzionale.

Tutti hanno affermato che la mascherina all’aperto è inutile, Bassetti lo ha detto, è inutile, l’ho detto io, che sono un ingegnere, che ho possibilità di parlare di queste cose, molto di più di quanto lo possa avere un Presidente del Consiglio che è laureato in Giurisprudenza e un Ministro della Sanità che è laureato in Scienze Politiche e che viene da un partito del 1%.

L’ho detto io, fuori, il virus non c'è, non c'è nell'aria, perché quando parlo, le goccioline droplet compiono una traiettoria parabolica, e quindi vanno in terra, si fermano lì, non vanno in giro, quindi non le incontro per la strada e quindi non devo indossare la mascherina, è un non senso, è un’opposizione, è un sopruso, è una imposizione, è una opposizione alla nostra vita.

Si oppongono al fatto che noi dobbiamo vivere con la mascherina la mascherina all'aperto è qualcosa che è stata rifiutata, da tutta la comunità scientifica, e loro continuano, perché ci vogliono sottomettere, ci vogliono umiliare.

Vogliono aprire, vogliono spalancare la mattina la finestra a vedere questo mare di gente bardata. “Abbiamo raggiunto l’ubbidienza, questi ci obbediscono, questi, non sono più persone intelligenti, sono persone che non hanno più niente da dare, sono persone che abbiamo sottomesso”

Sparirà il lavoro. Voi, non pensate covidioti, e gente che prende la pensioncina, o lo stipendiuccio, oppure il Reddito di Cittadinanza, di sopravvivere, perché con questa ulteriore stretta, le Partite Iva spariranno, nessuno riaprirà, nessuno andrà avanti, non sorgeranno nuove imprese, non ci saranno i soldi per pagarvi, ma cosa pensate, covidioti, gente che ha lo stipendiuccio, la pensioncina o il redditino di cittadinanza, cosa pensate che i soldi che prendete ve li dia Grillo, Conte, Casalino, pensate che crescano sugli alberi?  

Vi siete mai chiesti da dove prendono i soldi che vi danno, dato che voi non fate un c**** dalla mattina alla sera e aspettate il lockdown per non fare più niente? Ve le siete fatte queste domande? Da cosa viene, dal lavoro delle Partite Iva, dalle tasse che noi paghiamo. 

Noi non lavoreremo più, finirà tutto, e non ci saranno più i soldi, non vi pagheranno più la pensioncina, non vi pagheranno più lo stipendiuccio, non vi pagheranno più il Reddito di Cittadinanza. Non avrete niente, altro che covid-19, altro che contagiati! Morirete di fame, di inedia, vi butterete dall'ottavo piano.

Questo è quello che vi aspetta con questa gentaglia, non pensate di essere i privilegiati. Italiani intelligente venite con me, non subiamo anche questo, non subiamo anche quest'ultimo sfregio alla nostra libertà, alla nostra individualità, alla nostra cultura, alla nostra creatività. Non facciamoci sottomettere così da un topo di Sacrestia e da un comico. Questa volta diciamo no no no!  

(04 ottobre 2020)

Commenti

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale