L'ora delle scelte


 

Cari amici è un momento particolarmente drammatico, decisivo, è l'ora delle scelte. È l'ora della Libertà. Siamo oppressi da un Governo tirannico che non rispetta la Libertà in base alla pandemia di Attali, in base a qualcosa che dovrebbe causare migliaia e migliaia di morti ogni giorno, ma non li causa, in base a qualcosa per cui vengono truccati i numeri per eliminare la Libertà. Siamo qui, davanti a questo Monumento ai Caduti della Grande Guerra, una delle guerre in cui tanti giovani sono morti.  Vi siete mai chiesti il motivo per cui ci sono le guerre, per cui prendono avvio le guerre? Ve lo siete mai chiesti? Io penso che il covidiota non sappia niente di questo! 

Il motivo per cui ci sono le guerre, è la libertà. Se qualcuno perde la libertà, la deve riconquistare. Deve Riconquistare la libertà e c'è una guerra. Ci sono stati nella storia dell'uomo, milioni di morti nelle guerre, tutti finalizzati alla riconquista della Libertà. Anche a noi è stata consegnata la Libertà dai nostri avi, che sono morti in guerra, si sono sacrificati, hanno lavorato per noi, per darci questo bene incommensurabile, che viene prima di tutto. Viene anche prima della Salute. Ci viene riconosciuto, non concesso dalla Costituzione. 

La libertà in questo momento è a rischio, perché una banda di malfattori, di banditi di strada, si è insediata a Palazzo Chigi. Vogliono darci l'ultimo affondo. Qualcuno ha detto che tornano le mascherine anche all'aperto. No non tornano, perché non ci sono mai state, anche nel periodo peggiore anche nel periodo in cui si affermava che c'era la morte nera, che se uno usciva di casa inciampava con i morti che cadevano come mosche, anche in quel periodo la mascherina obbligatoria anche all'aperto non c'è mai stata. Non torna, è l'ultimo affondo, è l'ultimo colpo a questa economia malata, è l’ultimo colpo a questa Italia che sta andando a fondo, è l'ultimo colpo a questo popolo che non ha capito niente, che non ha capito che ubbidendo, a queste scelleratezze di governo va verso la fine. Corre, corre, corre, c'è un orizzonte verso di quale corre, ma non vede che a un certo punto il terreno si interrompe, perché c'è il burrone e cadranno tutti, cadranno tutti perché questo sistema porterà alla fine dell'Italia.

Il coprifuoco, la chiusura dei bar alle 22 l'esercito per andare a controllare il distanziamento sulla base di numeri falsi, sulla base di 120.000 – 130.000 tamponi che paghiamo noi a cinque milioni di euro al giorno.

Tutto questo non porta a salvare le vite, tutto questo porterà a una povertà senza fine, comincerà dalla Sanità, non ci saranno più i soldi per le visite mediche specialistiche, non ci sarà più niente, tutto in base a cosa, in base al fatto che vogliono trattarci da servi, da schiavi.

Guardate cosa dice il virologo Silvestri: “Coronavirus, obbligo di mascherina all'aperto, è una completa idiozia, cittadini considerati come sudditi da terrorizzare!” Noi non siamo niente, siamo dei sudditi, ma non siamo dei sudditi, siamo delle bestie, da timbrare, quando andiamo nei supermercati, quando andiamo nei Tribunali quando andiamo nei luoghi pubblici e ci mettono lo scanner sulla testa a mo' di timbro. Siamo bestie che non contano più niente, non c'è più la libertà, non c'è più niente. È l'ultimo affronto sanno tutti, tutti i medici, tutti i virologi, hanno affermato anche quelli terroristi, hanno affermato che la mascherina all'aria aperta è inutile, però vogliono umiliarci, perché per loro è come vedere chi è ubbidiente e chi non è ubbidiente. 


Loro potranno aprire la finestra la mattina e vedere un popolo di mascherati, un popolo di zombie, di morti viventi, e potranno dire: “Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, di distruggere questo paese!” Hanno detto recentemente, Enti che ricercano che hanno chiuso centomila imprese, ventimila, non sono nate. Con questo ulteriore provvedimento demenziale non nasceranno più le imprese. Centomila, duecentomila, trecentomila, nessuno farà più niente, ci sarà una povertà assoluta. E anche quelli che approvano che dicono: “Si, si, perché il virus c'è” Ma cosa c'è, cosa c'è, se a un certo punto devono effettuare 120.000 tamponi per avere un numero di contagiati che poi truccano, ci mettono insieme anche i guariti e poi di questi contagiati che sono asintomatici che sono positivi che non contagiano, solo il 5% ha bisogno di cure, massimo cento persone, nella peggiore delle ipotesi, al giorno, su sessanta milioni di Italiani!

Per questo stanno chiudendo l'Italia. Hanno detto: “Ma, vanifichiamo i sacrifici” Ma quali sacrifici, si li hanno fatti le partite IVA, non quelli che hanno lo stipendiuccio, la pensioncina, il Reddito di Cittadinanza, che sacrificio hanno fatto? Hanno perso un centesimo? Le partite IVA hanno perso miliardi, con questa c******. E allora ricordiamoci quando hanno chiuso tutto e non era necessario. C’era il Comitato Tecnico Scientifico che affermava: “Chiudete solo la Lombardia e tredici province” No, hanno chiuso tutto, chiudiamo la gente in casa. È qui che si innesta il dpcm, volete capire che l'Italia può andare in emergenza solo se c'è la guerra, la guerra con i carrarmati quella che noi dovremmo fare a questa gentaglia infame! Solo se c'è la guerra si può andare in emergenza, quella emergenza lì, è una falsa emergenza, è quella della Protezione Civile che consente però al capo della Protezione Civile di adottare dei provvedimenti che assumono il rango di Legge ordinaria, sempre però che la legge rispetti la Costituzione.

E allora, io ritengo che chiudere la gente in casa, senza motivo, non rispetti la Costituzione. Ritengo che far indossare a un popolo di sessanta milioni le mascherine anche all'aperto, quando tutti i virologi dicono che non è necessario, vada contro la Costituzione. Stanno sommergendo distruggendo, affogando la Costituzione. Italiani, non possiamo ubbidire, non ubbidite, non mettetevi le mascherine all'aperto sul territorio nazionale. Non lo fate, lo dice un virologo, è un’idiozia, ci vogliono umiliare, non facciamoci umiliare da questa gentaglia infame. Non abbiate paura delle multe è tutto incostituzionale, è tutto fuorilegge, siamo nel Far West. Uscirà fuori tutto e la pagheranno molto cara.

Iniziamo a combattere, niente mascherina all'aperto, scriviamolo da tutte le parti, i post, fate video, diffondete! I missionari dell'assenza della mascherina all’aperto, dobbiamo essere missionari, questi due giorni, noi dobbiamo martellare continuamente, no alla mascherina all'aperto, no alla mascherina all'aperto! No la mascherina all'aperto!

Non possiamo tollerare questo, non la indossiamo, bruciamole, buttiamole via, facciamo fallire Fiolo piccolo! È l’ora che fallisca! Basta, questa gentaglia che ha approfittato per decenni, degli italiani con le loro macchine pestifere! Avanti, non indossiamo la mascherina, diffondete, diffondete! Il nostro verbo, della salvezza, non indossate la mascherina all’aperto, non indossiamo la mascherina all'aperto, non vogliamo essere dei morti viventi, vogliamo riconquistare la Libertà, basta questa gentaglia basta Conte, basta Speranza, basta Grillo, basta Casalino, non possiamo tenere le nostre vite sospese. Italia intelligente rispondi! Il 30% dell’Italia, è intelligente, battiamo quegli imbecilli, quei cretini, che vanno bardati con la mascherina, perché credono a questi delinquenti che, con un virus influenzale vogliono distruggere un paese. Avanti, diffondete: NO ALLA MASCHERINA ALL’APERTO!

(04 ottobre 2020)




Commenti

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale