Le nostre scelte


 


È giunta l’ora di scegliere e di contarci, è giunta l’ora di riflettere. È giunta l'ora di riprendere il cammino. È giunta l'ora di pretendere delle risposte. È giunta l'ora di essere veri uomini. Basta paura, basta terrore, noi dobbiamo riprendere il cammino e dobbiamo per questo contarci. Il Presidente della Regione Campania, appena rieletto per i suoi meriti nel combattere il covid, ha affermato che si dovranno fare ancora tanti sacrifici. Per mesi e mesi si dovrà convivere con questo covid, finché non arriverà il vaccino. Si dovrà ubbidire ciecamente a tutto quello che loro ordineranno, altrimenti altro che passeggiata in allegria, ci saranno i morti per la strada, è questo che ha affermato!

E allora noi dobbiamo porci delle domande, dobbiamo chiedere: su che base, queste affermazioni sono state comunicate, su che base, cos'è che dice che ci saranno i morti per le strade, la peste nera, la peste del Manzoni?  Il covid, dovremo convivere con il covid, certo, però devono prima certificare quei 35.000 deceduti. Devono dire finalmente che sono deceduti esclusivamente per covid-19. Lo devono dire, prima non sono abilitati, se non c'è questo passaggio, non sono abilitati a dire niente. 

E allora noi penseremo che questo fatto di togliere la libertà, il fatto di voler appiattire, di voler chiudere in casa, questo fatto di dire, non utilizzerei più l'auto, ti fermi, ti chiudo tutto, perché ha detto, “chiuderemo tutto di nuovo”, sia qualcosa che riguarda la sinistra. La sinistra finalmente è riuscita ad ottenere quello che il Comunismo non è riuscito ad ottenere: l'eliminazione della Libertà, perché quella era la finalità ultima del Comunismo, eliminare la libertà e quindi eliminata la libertà, ogni cittadino era costretto ad ubbidire ad uno Stato totalitario. Quindi uno pensa: “Bene, questi di sinistra sono arrivati ad ottenere con un virus, quello che con un’ideologia, non avevano ottenuto. Non è così.

Non è così, perché le stesse misure, di De Luca, questa sera, sono state adottate dalla Santelli in Calabria. Le stesse identiche misure. Quindi, la Santelli è di centro-destra, quindi non c'è qualcosa che riguarda i partiti, c’è un partito unico. C'è un partito unico. Il 100% (di tutti i partiti) è per queste misure, è per affermare, voi dovete perdere la libertà, la libertà non abita più qui. Voi dovete seguire quello che diciamo noi, voi dovete stare a casa. Voi non potete formulare domande, dovete obbedire, obbedire e basta.

Noi invece vogliamo sapere cosa c'è. Noi siamo dei cittadini responsabili che se sapessero la realtà si regolerebbero di conseguenza. Però noi abbiamo visto che non c'è più l’opposizione, abbiamo visto che il Governo anche a livello nazionale può fare tutto quello che vuole, perché l’opposizione non c'è, perché abbiamo visto, nelle Regioni dove governa l'opposizione, si comporta come la sinistra di Governo, quindi è un partito unico.

Voi avete visto quello che è successo. Delle chiusure indiscriminate anche se c'era un Comitato Tecnico Scientifico che affermava che bastava chiudere una Regione. È stato chiuso un paese e vedremo i prossimi mesi le risultanze: una crisi economica senza precedenti. Cosa ha fatto l’opposizione, la finta opposizione? È stata concorde, quindi noi abbiamo un Partito Unico.  Noi non abbiamo nessuno che ci difenda. Ma quando io dico non abbiamo nessuno che ci difenda, faccio riferimento a tutte quelle persone che non possono stare lì a sentire qualcuno che ti dice: “Guarda tu devi fare quello che io ti dico in maniera incondizionata, perché io ti dico che ci sarà una sorta di spagnola fra qualche mese, anzi, fra qualche settimana e quindi tu se non farai quello che io dico, morirai per la strada”

Mi permettete che io voglia delle spiegazioni maggiori, che una persona intelligente voglia delle spiegazioni maggiori? Allora noi dobbiamo vedere quanti sono quelli che sono d'accordo, perché a questo punto noi abbiamo in Parlamento un 100% che è per la religione del virus, un 100%. C’è un 100% nel paese nel paese? Nel paese, c’è un corrispondente 100% o no? Non c'è. Non c'è un corrispondente 100%. Non c'è un 100% che vuole i vaccini obbligatori, non c'è un 100% che vuole la chiusura, che vuole la chiusura delle aziende, la chiusura dei locali, dei bar, degli edifici. Non c’è un 100% che è per il fatto che l'uomo non deve più agire in comunione. L'uomo è un animale sociale. Da sempre comunica, da sempre è insieme ad altri. 

Noi dobbiamo rinunciare a tutto questo? Perché dobbiamo rinunciare a tutto questo, perché naturalmente da soli, noi non faremo mai niente. Noi non riusciremo mai a fare niente, per questo premono tanto sul fatto che uno si deve allontanare dall'altro. Il distanziamento potrebbe essere fisico. No, deve essere sociale, deve impedire la socialità. L'uomo è un animale sociale, se non è più un animale sociale, non è più un uomo, è qualcosa che non è umano, e loro vogliono questo. Vogliono che ognuno abbia una sua vita chiusa, senza comunicare con gli altri. Perché lo vogliono? Perché in questa maniera non si creerà mai più nessun Movimento, non si creerà mai più niente, nessun soggetto politico e loro vinceranno, e staranno al potere per anni e ci porteranno via tutto, agitando sempre la bandiera del virus, questo vessillo del fatto che noi moriremo per le strade se non ubbidiamo a loro, ci terranno in pugno per sempre. 

Chi non la pensa come loro, esca fuori. Avete visto quello di cui sono capaci, lo avete visto in queste settimane e in questi mesi. Chi non la pensa come loro, esca fuori, è giunto il momento. Qui si tratta della nostra vita, della vita dell'umanità. Qui si tratta di cambiare tutto, di rivoluzionare, di creare delle nuove abitudini. Quello che vogliono, che comportino il fatto, che noi non siamo più padroni di noi stessi, che non contiamo più niente, che dobbiamo chiedere il permesso anche per uscire di casa la mattina alle otto. Questo! E allora chi non è d’accordo con questo, deve uscire fuori, non possiamo rimanere sparpagliati. Io sono convinto che come nel caso del Referendum ci sia oltre il 30% che non è d'accordo con loro.

Uscite fuori, non rimanere isolati, uscite fuori, è fondamentale. Se noi abbiamo anche un partito al 20%, noi rivoluzioniamo tutto. Attenzione. Noi abbiamo avuto dei momenti difficilissimi, con delle chiusure che sono state inutili. Lo hanno affermato tutti, anche dei premi Nobel, che queste chiusure non servivano, anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha affermato che gli asintomatici, non portano il contagio. Quindi queste chiusure non servivano, perché il contagio avveniva negli ospedali, nei luoghi chiusi e non all'esterno, anche perché gli asintomatici non portavano il contagio. E allora, sono avvenute tutte queste chiusure.

Non c'è stato nessuno, la finta opposizione era d'accordo. Pensate allora a un partito del 20% un partito forte, avrebbe ribaltato tutto, avrebbe impedito il DPCM. Perché si permettono il DPCM, che è illegale e illegittimo? Perché non c’è l’opposizione! La signora dell’opposizione, pensa a fare le orecchiette, e le torte, pensa a evitare che si mettono le mutande alle Statue. Pensa a quello. Non le interessa il fatto della libertà, di valutare se chiudere o no un paese, non le interessa, e allora, chiusura totale! Allora, se ci fosse stato un partito del 20% contrario, sarebbe cambiata la storia. Lo possiamo fare ora. Noi possiamo costituire un Partito del 20%. Tutti quelli che non li vogliono, che non ne possono più. Ogni giorno, sono tantissimi che chiamano me, parlano dei bimbi, delle scuole lager, parlano di questi mezzi per togliere di nuovo la libertà, delle chiusure che vorranno rifare, parlano di tutto questo.

C’è una grande parte che è contraria, non state lì da soli, venite con noi, venite con noi, iscrivetevi al nostro partito, anche se arriviamo al 20% cambiamo tutto, cambiamo la storia, perché l'opposizione è fondamentale, venite con noi! Noi siamo arrivati a questo punto, perché l'opposizione non c'è stata, non ha fatto niente. Qui non si tratta di abbassare del 10% le tasse, qui non si tratta di avere qualche agevolazione. Qui non si tratta di togliere le accise sulla benzina. Qui si tratta di vivere o morire.

Avete visto il vaccino che stanno sperimentando, avete visto, cosa sta succedendo? Bene, vogliono renderlo obbligatorio. Oggi ci chiudono il canale, perché diciamo che non facciamo il vaccino obbligatorio? Non possiamo avere questa opinione? Attenzione, attenzione, stiamo perdendo la Democrazia. Sbrigatevi a venire con noi è fondamentale, è l’ultimo appello, dopo non sarà più tempo per niente, sarà tempo solo per la fine di tutto. Questo è l'ultimo appello. Fate presto, venite con noi, costituiamo questo partito, iscrivetevi, dimostriamo che una parte del paese non ci sta, ora che abbiamo saputo che non c'è più l'opposizione, che c'è un partito unico, un partito unico del virus.

Noi vogliamo spiegazioni, noi vogliamo cambiare, noi poniamo delle domande, noi non possiamo ubbidire alla cieca, ma sta a voi, non è scritto niente, non è definito niente. Attenzione, non pensate che ormai è inutile. Dipende solo da voi, in questo momento avete in mano uno strumento enorme, lo strumento del NO. “NO io non ci sto, a questo sistema” ma lo potete esercitare solo se venite in un soggetto politico organizzato come il nostro, altrimenti non servirà a niente. Venite con noi, Motore Italia. È l'ultima possibilità che avete di organizzare le vostre vite!

(26 settembre 2020)


Commenti

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale