Il nostro compito

 

 

Ciò che abbiamo vissuto, ciò che è stato creato, ciò che è stato inventato in questi anni, pensate a queste auto, pensate a questi modelli leggendari che hanno solcato le strade, che hanno vinto le corse, che ci hanno condotto in ogni parte del mondo, pensate alle menti che le hanno concepite, in Italia e all’estero. L’Italia è stata terra di motori, pensate l’Alfa, pensate la Lancia, pensate la Ferrari, la Lamborghini, terra di motori. Tutto questo non sarebbe stato possibile se ci fosse stato quel mondo che c’è oggi, quel mondo del bollettino quotidiano dei contagi, quel mondo dei terroristi, di quelli che ti dicono: “Morirete tutti”, di quelli che ti dicono “Devi portare la mascherina, sennò ti seppelliremo, è pronta la tomba, ti buttiamo sopra la terra, finirai in Terapia Intensiva, la morte ti attende, se non fai come diciamo noi” Questo scenario, avrebbe distrutto in partenza. 

Quando c'è scritto 90.000 imprese chiuse, 20.000 non nate, è questo, se 100, 200, 300 anni fa, ci fossero stati questi, talebani del virus, e delle mascherine, il mondo si sarebbe fermato, non ci sarebbe stato niente, queste auto non ci sarebbero state. Non ci saremmo stati più noi, l’umanità si sarebbe fermata, questo è il risultato, stanno distruggendo tutto. 

Io vi dico questo, perché quando vuoi leggete che non nascono più imprese, nessuno fa più niente, perché uno non può essere bersagliato quotidianamente dal virologo che ti dice: “Devi avere le precauzioni, non abbassare la guardia, devi indossare la mascherina, perché sennò andrai a finire in Terapia Intensiva, sennò morirai, starai male, sarai da solo, morirai da solo, come se stessi affogando.

Questo non è il modo di far vivere la gente, di far concepire un cammino, uno sviluppo e allora io vi dico se quella gente ci fosse stata nel 1800, l’umanità si sarebbe estinta, come si estinguerà. Tutte queste macchine, tutto quello che è venuto dopo, tutto il progresso, non ci sarebbe stato niente, perché nessuno avrebbe più costruito niente. Voi pensate nel 1800, una banda di mentecatti come quella che c'è oggi al Governo che continuava a dire: E morirete, e non farete più niente e tutti fermi e basta e arriverà, la seconda ondata, adesso c’è la terza ondata, non pensate che sia finita.

Pensate che Carl Benz, con uno scenario del genere avrebbe pensato di ideare l'automobile? Ma pensate alle grandi scoperte, alle grandi invenzioni, non ci sarebbe stato niente, perché loro vogliono l’uomo che mangia, beve e sta fermo, sta zitto, non vive, vogliono togliere tutto, l'entusiasmo, la gioia di vivere, la gioia di scoprire, la gioia di andare avanti, la gioia di poter costruire, di camminare insieme, di progredire! Ma che Progresso ci può essere se noi abbiamo continuamente una banda di mentecatti, una banda di ciarlatani che ci sta a dire: “Se non vi mettete le mascherine, morirete, vi porteremo in ospedale, vi porteremo in Terapia Intensiva."

 


Stanno distruggendo tutto. Vi ripeto, se questi ci fossero stati 200 anni fa noi, non ci saremmo stati, noi ci estingueremo se continueremo in questo modo. Noi abbiamo fatto vedere l'esempio di un covidiota. (Vedi video sotto) Sembrava uno scherzo, ma è vero, l’umanità arriverà a quel livello lì, se noi continuiamo a tollerare che questi ogni giorno ci martellino con i loro bollettini dei morti con i loro numeri truccati con le loro minacce, se noi continuiamo a dare ascolto a questa gente, l’umanità si ferma. Si ferma. 

Nessuno avrà più voglia di fare niente, ci saranno i suicidi, e la povertà, la povertà assoluta. Stanno chiudendo aziende di ogni tipo, è necessario svincolarsi, lo capite che ci dobbiamo svincolare?

C'è della gente che pensa di salvarsi, e invece, va verso la rovina, va verso la distruzione di sé stessa e della stessa umanità. Andiamo verso la povertà, ma vedete che con questa balla dei tamponi arrivano a 130-140.000 tamponi a differenza di sei mesi fa quando ne facevano 30.000, perché devono dimostrare che ci sono i contagiati, perché devono dimostrare che c'è la gente che sta male. Devono dimostrare che il virus c’è, devono atterrire le persone, e allora il risultato è che nessun fa più niente, nessuno intraprende, nessuno lavora più e ci sarà la povertà.

Stanno finendo i soldi in tutte le Regioni, non hanno più i soldi per le visite mediche specialistiche. Chi non ha i soldi, non potrà più visitarsi. Se una persona che non ha soldi, sarà affetto da una grave patologia, da un tumore o da altre patologie gravissime, non potrà farsi visitare se non a pagamento, perché non ci sono più i soldi. Li stanno spendendo tutti per i tamponi. Sono dei pazzi scatenati, sono degli incompetenti, sono quelli che pensano di poterci ridurre in schiavitù.

Io faccio appello alla parte intelligente del paese, noi siamo dalla parte della ragione. Noi siamo quelli che stanno vedendo giusto. Noi siamo quelli che diciamo stop. Stop. Basta bollettini dei morti, dei contagiati, basta con questa ca*****.

È stata un’influenza più dura del solito, ma è stata un’influenza, come è stata quella del 2015. Dobbiamo fermarci, italiani. Voi andate in giro con le mascherine e pensate di salvarvi.

Ogni minuto che avete la mascherina, voi firmate una vostra condanna a morte, non solo perché la mascherina fa male, ma anche perché accettate questo sistema. La mascherina, è come una firma, su un certificato di morte dell'umanità, perché voi con la mascherina dite: “Io accetto tutto, a me sta bene che l'umanità chiuda i battenti!” che sia riplasmata, che diventi qualcosa di informe, che diventi un’ameba, che diventi una nullità assoluta, una massa informe che non ragiona, che non fa più niente, che si ferma.

 


Io veramente quando vedo queste opere… qualcuno dice: Ma gioca con i modellini! Queste sono le testimonianze della grandezza dell'uomo in Italia e all'estero. Quando vedo tutto questo e so che sta per finire e che sarà tutto distrutto dall'imbecillità di un'idea, da una paura che dovrebbe essere scansata immediatamente, da un feticcio, da una mascherina, che viene accettata per far capire che si è con il potere, che si è con loro, che si ubbidisce. Ubbidire a cosa? 

Noi ci dobbiamo ribellare a tutto questo. Io faccio appello a quegli italiani che hanno capito. Sono tanti, ci parlo ogni giorno. Non rimanete isolati, non rimanete distanziati, non rimanete lontani l'uno dall'altro, unitevi con noi, venite con Motore Italia, se arriviamo al 30% abbiamo salvato il nostro paese.

Non è vero basta partiti, che basta partiti! Siamo a questo punto, perché qualche imbecille nei tempi passati ha detto: “Ma basta partiti” e invece il partito era la soluzione, sarebbe stata la soluzione se fossimo stati rappresentati nel momento in cui si sono inventati questo virus, tutto questo non sarebbe successo, perché noi ci saremmo opposti, a differenza di una finta opposizione che ha firmato un contratto di accordo con i poteri forti per imporci tutto questo. Altro che basta partiti, avanti partito, andiamo con la Costituzione, venite con noi, se arriviamo al 30%, a qualsiasi percentuale, dal 20% al 30% noi ci siamo salvati, perché noi possiamo ribaltare tutto, perché noi possiamo essere il partito di maggioranza relativa, lo possiamo fare non distruggiamo il nostro passato e il nostro futuro.

I nostri avi ci hanno consegnato una grande Italia, facciamo in modo di mantenerla, se l’Italia si salva, si salva il mondo. L'Italia è stato il paese pilota per questo esperimento di ingegneria sociale.

Hanno voluto vedere quello che succedeva in Italia. Ma non avete mai avuto nessun sospetto? Come mai l'Italia, perché per prima, perché per prima toccata da questa epidemia, perché l’Italia, non poteva essere la Spagna, la Germania, qualsiasi altro paese del mondo perché l’Italia? Perché sapevano che c'era un popolo completamente assente, incompetente, che c’era un popolo che aveva votato la peggiore pagliacciata politica nella storia dell’uomo. Aveva dato oltre il 30% alla peggiore pagliacciata politica. 

E allora, proviamo lì, vediamo che succede. Hanno visto che aveva successo. Hanno visto che gli italiani bevevano tutto, che non c'era nessuno che si opponeva. E allora tutti quanti sono venuti dietro ma gli altri si sono accorti. Tutti gli altri popoli si sono accorti, meno gli italiani. In Italia si è generato il covidiota, una sorte di imbecille che crede a tutto e pretende che gli altri credano a tutto. Venite con noi. Salviamo l’Italia, salviamo il mondo in questo modo, perché se cade in Italia questo sistema, questo modello oppressivo che ci vuoi togliere la libertà sulla base di un terrorismo del virus, se cade in Italia, cade in tutto il mondo e l'umanità si salva e abbiamo salvato generazioni e generazioni. Abbiamo messo in sicurezza tutte le prossime generazioni future, perché non proveranno mai più a farlo. Abbiamo in mano il destino dell'umanità, facciamo in modo di esercitare in modo positivo questo ruolo importantissimo che noi abbiamo. Lo possiamo fare venite in Motore Italia, è l'unica soluzione per la Libertà!

(01 ottobre 2020)

 Come saremo. Video sul prototipo del covidiota


 


Commenti

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale