Noi e loro

 


L'ora più buia, la notte della Repubblica. Non ci sono espressioni che possono descrivere la gravità della situazione attuale. Abbiamo visto quello che stanno facendo, stanno truccando i numeri per spaventarci. La televisione serve per spaventare per dire: “Guardate questo è stato malissimo. Guardate questo era in terapia intensiva, era tra la vita e la morte, potrete anche voi accedere, basta un attimo, andare lì al bar, bere un caffè e ti ritrovi dopo due minuti in Terapia Intensiva! Basta uscire, entrare in un ristorante, e ti ritrovi sotto terra, con la gente che ti tira la terra sopra” come nello spot del centrodestra. 

È questo, il terrore, la paura li hanno presi con il terrore, ma perché italiani non sapevate che c'erano 1800 morti al giorno in Italia? I morti di tumore, di insufficienza renale, di cardiopatie, di diabete, tutte le patologie, ma non lo sapevate? Pensate se voi uscite la mattina e cominciate a pensare, di fronte alla complessità del corpo umano, a quello che potrebbe succedervi, se qualcosa non va, alle conseguenze, fino alla morte. Ma voi popolino, questo non lo sapete, che c’è un patto segreto, da sempre nell’umanità, perché sennò l'umanità non avrebbe proceduto, non andava avanti, si fermava tutto!  Cosa succedeva, i primi uomini sapevano che si moriva, allora si mettevano lì, aspettiamo, aspettiamo. 

Quando una persona sa questo, non dice aspettiamo, oppure dice: “No, io devo cercare di diventare immortale, mi metto la mascherina, perché quei bravi governanti, mi hanno detto che con la mascherina non si muore.” C’è un patto secolare per cui la morte si ignora, facciamo finta che in questo caso, è così, cioè si ignora, non possiamo pensare di andare avanti temendo si morire, tutti i momenti. La mascherina, attenzione, posso andare da un momento all'altro in terapia Intensiva! Ci potevate andare anche prima in terapia Intensiva, da un momento all’altro, per un infarto, per un ictus, ci potevate andare sempre, non è ora. E allora, basta queste c******, dobbiamo riprendere il cammino, dobbiamo ignorare queste cose! E invece loro martellano, martellano, perché sanno che in quella maniera, con il terrore, possono conquistare qualcosa di importantissimo, possono sfilarci di dosso la Libertà.

Con il terrore, loro ci portano via la Libertà, che è il bene fondamentale. Ma voi, pensate che tanti uomini, milioni e milioni di uomini, avrebbero rinunciato alla vita, se la libertà non fosse stata importante. La libertà è più importante della vita, non c’è vita senza libertà. La salute non c’entra niente. La salute, senza libertà, non serve a niente. Io sto in salute! No, se non c’è la libertà la salute non dura, è questa la realtà, non dura. È qualcosa di limitatissimo nel tempo, quando qualcuno mi dice: “No, la libertà viene al secondo posto, prima la salute.”  No! È tutto il contrario, tu puoi avere tutta la salute che vuoi, dopo una settimana senza Libertà, cominciano i problemi, di ogni genere. Pensate, stare chiusi a casa, non poter uscire, non poter vedere il sole, e cosa più grave, sapere che questa inibizione della Libertà, è indotta da Beppe Grillo. Pensate! 

Non sono libero, mi chiudono dentro casa, è Beppe Grillo che lo vuole, perché vuole distruggere il paese per fare il Reddito Universale, e ha messo lì i suoi sgherri. Casalino, Conte, sono messi da Grillo, ma è chiaro, Conte non ha preso un voto, non è stato mai eletto in Parlamento.

Io vi dico una cosa su questo che è importantissima. Una persona qualsiasi, anche se non è Sacerdote, non è Cardinale, basta che sia celibe, uomo, può diventare Papà. Può concorrere a essere eletto Papa, però non avviene mai, non avviene più dal Novecento. Potrebbe essere così, ma non avviene, è sempre un Cardinale,  che entra in Conclave; entra Cardinale, esce Papa! Non avviene mai che uno che non è sacerdote, solo perché è maschio, solo perché non è stato mai sposato, viene eletto Papa, e questo doveva avvenire anche per il Presidente del Consiglio. 

Noi abbiamo avuto presidenti del Consiglio, pensate agli anni Sessanta, c’era Leone, c’era Rumor, c'era Moro, erano tutti Presidenti del Consiglio, Fanfani, Deputati da anni! Erano in Parlamento da trenta anni! Dopo trenta anni di vita parlamentare sono stati nominati Presidenti del Consiglio, perché vivevano nella politica. Dite quello che vi pare sulle persone, dite quello che volete, ma questa è la realtà. Non veniva mai messo un Signor Nessuno, non veniva mai preso dalla strada, uno che passa! “Bene! Grillo lo vuole tu sei nominato Presidente del Consiglio!” No, non avveniva. Guardate la storia.  Poi, i poteri forti… 

E infatti sapete chi è stato il primo Presidente del Consiglio non parlamentare in Italia? Ciampi! Ciampi, quando è stato nominato Presidente del Consiglio, non era parlamentare, ha rotto quella tradizione di sempre.  Non possiamo accettare tutto questo, non possiamo accettare che un signor nessuno, un certo Conte che non è stato eletto, che non ha fatto una vita parlamentare; se Conte dovesse emanare una Legge, per chiuderci in casa, non la potrebbe votare, perché non è in Parlamento e non è in Senato. Siamo in Dittatura. 

Prima uno mi ha telefonato, mi ha detto: “Ma sa, perché io con la mascherina, la mascherina è qualcosa che copre il volto, va contro quella Legge del 1975 che impedisce di coprire il volto. E allora quella ha forza di legge e quindi io mi …”  Io dico, ma lei non ha capito, non contano le Leggi, noi siamo in Dittatura, ma non ha capito che non conta più niente! Il dpcm, è una cosa fatta così tanto per dare una parvenza di legalità per dire: “Vabbè io ve lo scrivo” Invece di fare la nota della spesa uno fa il dpcm. Se uno prende un foglio di carta igienica e ci scrive tre, quattro norme: “Tutti a casa, tutti con la mascherina all'aperto. Chiudiamo i locali”  Lo scrive in un foglio di carta igienica o fa il dpcm, è uguale. Il dpcm non vale niente, ma chi è che lo fa valere, sapete chi è che fa valere il dpcm, che non vale niente? Il dpcm, è un foglio di carta igienica, è uguale, non cambia, come valore dal punto di vista legale. Non cambia. Io prendo di là in bagno la carta igienica, e ci metto “mascherine all'aperto in tutta Italia. Chiusura dei negozi, dei bar alle ore dieci. Distanziamento. Non si lavora. Chiuso dentro casa” , lo metto in un foglio di carta igienica, oppure il dpcm è uguale. Allora qualcuno dice: “Ma chi è che lo fa valere?” Sapete chi è che lo fa valere?

Le forze dell'ordine e i magistrati. Le forze dell’ordine e i magistrati, sono quelli responsabili del fatto che noi dobbiamo ubbidire a quello che è scritto in un foglio di carta igienica. Avete capito il concetto? Quello che mi scrive: “Ma no, perché tu non hai spiegato che uno quando viene fermato, senza mascherina, deve dire: no, perché c'è la legge che afferma che uno non può stare mascherato.” Non vale niente! Non ci sono le leggi, il dpcm è una scusa, viene fatta valere dalle forze dell'ordine che lo impongono. Siamo in Dittatura è chiaro questo! 

Dobbiamo combattere, siamo all'alba del giorno dei morti viventi Questo dpcm, sarà la goccia che farà traboccare il vaso. Questo dpcm distruggerà tutto. Di nuovo chiusure, di nuovo il coprifuoco, vogliono mandare l'esercito a controllare se uno va in giro con la mascherina, addirittura: “Tu la mascherina la porti anche se è tutto deserto”  Ma noi abbiamo visto i virologi, anche quelli più estremisti, quelli che ci dicevano: “No, dovete stare attenti, perché arriva la seconda, la terza ondata, ci sarà la Spagnola” Anche quelli hanno detto: “No, la mascherina all’aperto non serve a niente!” Non serve a niente, perché lo dice anche Bassetti. Io l'ho detto prima. Io che sono un ingegnere l'ho detto prima. Io ho detto, quando si parla le goccioline, vanno in terra, non vanno in giro per la strada, non potete dire che è nell'aria, è una c******! E chi ascolta questa c****** è un imbecille, perché si ferma lì!

È logico, quello che io dico, certo, se uno viene in contatto con uno che è positivo, che è contagiato, che ha la febbre a 40 e sta a una distanza di 30 cm, parla, si sputacchiano addosso e allora quello… Però la mascherina anche in quel caso, non fa niente! Non fa niente, quindi il discorso è questo: se uno va all'esterno, la mascherina è inutile, è un segno solamente che ci vogliono sottomettere è una inutilità, è una cattiveria nei confronti della gente che viene costretta ad andare in giro bardata, mascherata, senza respirare, all’aperto, quando non c'è nessuno. 

È ora di finirla! Noi abbiamo Motore Italia. Motore Italia è la grande soluzione. Allora per quelli che hanno detto: “Noi continuiamo a votare per il centro-destra, la Meloni…”  Uno stamattina, passava: “Hai visto, avemo vinto!”  Avemo vinto cosa!  “E, ha vinto Acquaroli” Avemo vinto, ma fate come con le squadre? Le squadre di calcio: “Avemo vinto?” Cosa hai vinto? Gli ho detto: Cosa hai vinto? La mascherina! La mascherina anche all'aperto hai vinto! È peggio di prima! Questo di Acquaroli è il simbolo che centro-destra, centro-sinistra è la stessa cosa, se non peggio, perché prima nelle Marche la mascherina all'aperto non c’era! Non c’era neanche quando la situazione portava avere in Italia duemila morti! Adesso che ce ne sono quindici, la mascherina anche all'aperto! Quindi, non votate più per questa gente, non votate per il centro-destra, perché sono d'accordo, vogliono distruggere le nostre vite! Votate per Motore Italia è l'unica soluzione, è l'unico partito è il partito della ragione, la ragione, il sonno della ragione genera mostri. Li abbiamo visti i mostri. Li vediamo ogni giorno i mostri. I mostri sono Conte, Grillo, Meloni, Salvini. Il sonno della ragione, ha generato quei mostri che ci comandano e ci stanno distruggendo.

Fate svegliare la ragione, la ragione si sveglia. Motore Italia il nuovo grande soggetto politico che ci farà Riconquistare la Libertà. Venite con noi, dovete comprendere che questa è una situazione insostenibile, non possiamo assolutamente tollerarla più. Questa è l'ultima goccia, è l'ultima affondo di questo Governo di mentecatti. Reagiamo, è ora di reagire. Avanti sempre, Motore Italia è per noi la libertà!

(06 ottobre 2020)

 


Commenti

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale