Il nostro dovere, riconquistare i diritti costituzionali

 


Video

Cari amici, siamo a Piazza Diaz, e questa doveva diventare Piazza della Libertà, ma la Libertà ancora tarda ad arrivare. Sta a noi a impegnarci. Non dite: “Sei seduto lì” No! Tutte le grandi menti che hanno poi organizzato i Grandi Movimenti, partivano da un luogo, dove le idee si diffondevano. Questo avveniva anche durante l'ultima guerra, quando si organizzava la Resistenza. Noi siamo qui. Siamo qui e dobbiamo organizzarci, dobbiamo pensare, dobbiamo agire. È importante per questo la missionarietà. Che vuol dire missionarietà, dobbiamo tornare a 2000 anni fa!

Noi in questo momento siamo oppressi, abbiamo dei tiranni, abbiamo una dittatura, e allora dobbiamo agire. Qualcuno mi dice: “Ma cosa dobbiamo fare, lei parla…” Cosa dovete fare? Siete una persona? Dovete moltiplicarvi andate e diffondete. Dovete diffondere la nostra verità. E allora diventerete più persone, comunicate. Tre, quattro, cinque. Queste cinque persone devono comunicare ad altri. 

Noi in questo momento siamo a livello di clandestinità, perché noi non possiamo parlare. Questo video era iniziato per YT. Non lo posso mandare più su YT, perché io non posso trattenere quello che ho da dire e quindi andrà sulla Piattaforma. Dobbiamo assolutamente espanderci, creare l'opposizione. 

Allora io vi dico essenzialmente questo, che noi abbiamo un grande riscontro. Io mi scuso con quelli ai quali non posso rispondere subito per l'Iscrizione. Stanno arrivando centinaia e centinaia di iscrizioni al giorno. Non posso rispondere a tutti. Anche le altre persone che sono con noi, purtroppo sono impegnate, quindi io ringrazio tutti per le iscrizioni. Se vedete che tardo due o tre giorni, quattro, a rispondere a dire: “Grazie per essere con noi” Scusatemi, ma non ce la faccio a portare avanti tutti insieme anche questo aspetto burocratico, ma io vi ringrazio anticipatamente, perché siete tantissimi. Vi ringrazio anche per i messaggi continui che mi arrivano sul fatto che dobbiamo assolutamente continuare questa battaglia contro la mistificazione continua che c'è, contro la falsa verità. 

Noi siamo arrivati al punto che in questo momento vogliono imporre il pass vaccinale. È qualcosa di assurdo, ma attenzione, non arrivi il solito maestrino a dirmi: “Si però è solo per passare dalla Regione gialla a quella rossa, quindi gli altri...” No quello è l'inizio, sono i quindici giorni della Meloni, la manina, ve la ricordate la manina della Meloni? “Quindici giorni una vita, voi state quindici giorni a casa e poi tutto riprenderà meglio di prima, sarà una cosa eccezionale!”

Era il 10 marzo 2020, il 25 marzo 2020 doveva finire tutto. Siamo 19 aprile (2021) ancora in alto mare, ancora con le chiusure, C'è il coprifuoco, ci rendiamo conto che c'è il coprifuoco ma ci rendiamo conto che noi teoricamente non possiamo uscire dal Comune qui, perché siamo in zona arancione! E fossimo stati in zona rossa non potevamo uscire di casa, contro la Costituzione, ma ci rendiamo conto? E allora la Meloni cosa ha proposto? 

Pensate l'opposizione: il pass vaccinale. La Meloni vuole il pass vaccinale. Pass vaccinale è questo. All'inizio si, ti dicono: “Tu ti vaccini o ti fai un tampone per poter passare dalla zona gialla alla zona rossa” All’inizio, dopo dieci giorni, quando tu l’hai metabolizzato, arrivano: “Ma veramente stanno aumentando i contagi, stanno aumentando i morti, e quindi noi dobbiamo fare in modo di mettervi in sicurezza, per la vostra salute. Mettiamo in sicurezza l'Italia” Queste c…… che non gliene è mai fregato di niente.  Addirittura con Equitalia loro portavano via dalle case le donne anziane in barella, morenti, per togliere la casa! Non gliene è mai fregato mai un c…. della salute degli italiani. E non gliene frega un c…. neanche adesso. “E allora, per mettere in sicurezza, attenzione, non si potrà uscire di casa senza il passaporto vaccinale, se voi non vi vaccinate, non potrete uscire di casa” Arriverà, qui, la cerbera della panetteria: “Vaccinato? No? Non si entra! Prima, mascherina!” Arriverà il cerbero del bar Giardino qui: “Vaccinato? No. Non si entra!”

Questo è il prossimo passo, con un vaccino sperimentale.  Il grande Generale, il grande maestro di oratoria, il grande, cosa ha detto? Ha detto che: “Noi stiamo inoculando decine di milioni di dosi di vaccini senza sapere quale sarà l'esito, cosa succederà” Milioni di italiani, li mandiamo allo sbaraglio, per quanto riguarda la salute, gli buttiamo dentro quello che ci pare e poi quello che sarà, sarà!” Sarà quel che sarà!

Possiamo continuare in questo modo? NO.

E allora, cosa dobbiamo fare. Dobbiamo moltiplicarci, la missionarietà è fondamentale ma vi ricordate al tempo dei Cristiani, quanto è contata, dobbiamo essere Missionari della Verità. Che dovete fare? Allora, quanti amici avete. Alcuni sono covidioti, gli altri sono convincibili? Li convincete e li portate con noi. Creiamo un grande schieramento. 

Di nuovo grazie alle oltre cento, centocinquanta, duecento persone che ogni giorno si scrivono Avanti sempre Motore Italia!  (19 aprile 2021)



Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Una scelta irreversibile

Sulle cause dei 33774 decessi in Italia a giugno 2020

La notte del Generale